luciano consolini

luciano consolini

 

L’intervista di oggi è a Luciano Consolini, fotografo di pubblicità e moda.
Quando hai cominciato a fotografare?
Nasco come Art. Jr  concentradomi sul mondo della post produzione, vengo attratto dalla fotografia nel 2003, ne faccio un mestiere nel 2007
Qual è il tuo genere preferito e perchè?

Sicuramente il mondo ADV (advertise) pubblicitario e della moda, offrono scenografie più ampie a livello di creatività e struttura dell’immagine, la fotografia non mi piace in generale, sono sincero non sono attratto da ogni singolo scatto al mondo, preferisco forse concentrarmi rimanere settoriale, sicuramente sono influenzato dai grandi artisti e nomi comuni, Leibovitz, Lachapelle, Klein, Meisel e Mert & Marcus, come dai nuovi talenti.

Credo che per un fotografo il lavoro di ricerca sia sempre fondamentale e sopratutto di crescita artistica altrimenti saremmo fermi agli anni 80.

Qual è l’obiettivo che ami di più e di cui non potresti fare a meno?

Anche qui saro’ molto banale, come molti sono un amante del 50mm f1,4 fisso! per incisione, campo visivo, possibilità di giocare con la profondità di campo anche a distanze ravvicinate, sopratutto l’alta luminosità della lente permette di lavorare anche in condizione di scarsa luce e quindi sfruttare la luce ambientale.

 

Sogno nel cassetto fotografico?

Per mia fortuna, alcuni sono già stati realizzati, forse non sono stato troppo ambizioso, molto probabilmente come per ogni fotografo firmare una campagna importante.

Il tuo scatto realizzato preferito?

Difficile, vediamo, credo di non averne uno, cambio ogni giorno mi innamoro di uno scatto diverso dipende dalle fasi del mio umore “mood”, dal mio stile a volte preferisco i toni caldi, a volte freddi,sperimentare quindi non riesco a basarmi su uno scatto particolare, contrariamente al mio stile di lavoro che riguarda la costruzione dell’immagine e la foto “posata” ogni volta che guardo i miei scatti del Festival di Cannes rimango sbalordito e faccio fatica a credere che quelli scatti mi appartengano.

 

 

2012 ©Daniele Amisano 

 

 

 

Copyright - Luciano Consolini